Bankitalia, utile netto 2020 6,3 mld, allo Stato 7,3 mld con imposte

·1 minuto per la lettura
Il logo della Banca d'Italia

ROMA (Reuters) - Bankitalia ha chiuso il bilancio 2020 con un utile netto di 6,3 miliardi, 2 in meno rispetto al 2019, che le consente di distribuire allo Stato circa 7,3 miliardi di euro includendo imposte per 1,4 miliardi.

Nella relazione all'assemblea ordinaria dei partecipanti, il governatore Ignazio Visco sottolinea che a fine dicembre l'attivo di bilancio della Banca d'Italia ammontava a 1,3 miliardi, comprensivi di 473 miliardi in titoli di Stato italiani.

Gli acquisti nell'ambito del nuovo programma Bce di acquisto di titoli pubblici e privati per l'emergenza pandemica, noto come Pepp, sono stati pari a 116 miliardi, 46 quelli nell'ambito del programma di acquisti di attività finanziarie (App).

Dal lato del passivo, il saldo debitorio della Banca d'Italia nel sistema Target 2 ha in parte recuperato negli ultimi mesi del 2020, chiudendo l'anno sui 516 miliardi di euro, con un aumento complessivo di 77.

Prosegue il processo di riallocazione delle quote innescato dalla riforma dell'assetto proprietario di Bankitalia, nel 2013.

Degli attuali 172 partecipanti, 145 sono entrati dopo la legge di riforma (6 assicurazioni, 8 fondi pensione, 11 enti di previdenza, 40 fondazioni di matrice bancaria e 80 banche).

Le quote in eccesso rispetto al limite del 3% del capitale ammontano, a valori nominali, a circa 1,5 miliardi di euro, corrispondenti a quasi il 20% del capitale. Erano intorno al 27% alla fine del 2020 e al 65% il 31 dicembre 2013.

(Giuseppe Fonte e Gavin Jones, in redazione a Milano Sabina Suzzi)