E' di Banksy il murale a Venezia

[Credits: Instagram]

"Naufrago bambino" è di Banksy. A comunicarlo è lo stesso artista con un post sul proprio profilo Instagram. Il graffito era comparso a metà maggio a Venezia, su un muro a filo d'acqua nel canale di Ca' Foscari, nei pressi dell'Università, e fino ad oggi c’era dubbi sulla sua paternità.

La semplice pubblicazione sul profilo Instagram ufficiale dell’artista, che come suo costume non ha aggiunto alcuna dichiarazione, è la certificazione dell’autenticità dell’opera. Il protagonista è un bambino ritratto in chiaroscuro nero e grigio, in piedi, mentre regge una specie di torcia dalla quale si alza una nuvola di fumo rosso cangiante.

Sempre sul proprio profilo Banksy ha pubblicato il filmato di un'altra sua incursione veneziana, effettuata l'installazione mobile "Venice in oil". Si tratta di un quadro scomposto che ritrae una grande nave da crociera, allestito in diversi punti del centro storico lagunare. per quest’opera Banksy è stato allontanato da Venezia in quanto sprovvisto di permessi, da due guardie ignare di avere di fronte il celeberrimo artista.

Leggi anche

Banksy espone a Venezia, ma i vigili lo cacciano