''Bar chiuso a Salvini? Ecco com'è andata"

webinfo@adnkronos.com

"La questione è semplice. Da 3 anni abbiamo rinnovato il locale, l'azienda ci ha detto di non dare spazio ai partiti politici per la loro attività". Gabriele Gandini, titolare del bar Dolce Lucia di Casalecchio sul Reno, a Un giorno da pecora spiega cos'è successo ieri mattina nella cittadina emiliana.  

"Lunedì sera, sono stato raggiunto da una telefonata di un signore della Lega che mi ha detto che mercoledì mattina sarebbe passato Salvini per la colazione. Gli ho detto che durante la campagna elettorale non sarebbe stato possibile fare comizi nel nostro locale. Io sono tutore dell'ordine all'interno del locale, devo segnalare eventuali dati di rischio. Se entra un politico come Salvini a bere un caffè in un momento qualsiasi, passa inosservato. Se viene in campagna elettorale, è un casino", dice l'esercente. 

"Martedì sera mi hanno avvertito che su Facebook circolava una comunicazione che annunciava 'colazione per tutti alle 9.30'. Vista la situazione, la mattina di mercoledì si è presentata una persona della Lega e gli ho detto che non volevo casino nel locale. Mi ha detto 'non si preoccupi, andiamo da un'altra parte'. Dopo le elezioni, offrirò la colazione a chiunque venga. Bonaccini o Salvini? Prendo tutti e due, insieme", aggiunge.