Barbara D'Urso: "Ciao Paolo, le tue fragilità hanno preso il sopravvento e ti sei perso"

·1 minuto per la lettura

“Ciao Paolo, abbiamo lavorato tanti mesi insieme. Poi le tue fragilità hanno preso il sopravvento e ti sei perso. Nei miei ricordi sei il ragazzone gentile che sul set aveva sempre un sorriso per tutti”. Così Barbara D’Urso ricorda su Twitter Paolo Calissano, l’attore trovato senza vita in casa nella tarda serata di ieri a Roma. Cinquantaquattro anni, volto celebre di molte fiction, Calissano aveva condiviso con la D’Urso il set de La dottoressa Giò, serie televisiva italiana andata in onda nel 1997 e 1998.

I carabinieri della stazione Medaglie d’Oro e i sanitari del 118 sono intervenuti ieri sera nella casa dell’attore, dopo una segnalazione arrivata al 112. Calissano, è stato trovato senza vita nel suo letto. Nell’abitazione sarebbero state rinvenute confezioni di psicofarmaci.

Dai primi accertamenti il decesso sarebbe avvenuto proprio per un abuso di psicofarmaci. Indagini dei carabinieri sono in corso e non è ancora chiaro se la morte sia avvenuta o meno per un gesto volontario. La salma è stata portata all’obitorio del Gemelli per un’ispezione cadaverica. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri del Nucleo investigativo di Roma per i rilievi.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli