Barbaro (Asi): "Pretendiamo rispetto per lo sport, il Governo pensi a farci ripartire"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Lo sport non ne può più, lo sport è esasperato. Lo sport pretende rispetto da un Governo che lo ha definito non essenziale. Questo vogliamo noi oggi in questa piazza: rispetto". E duro il commento del senatore Claudio Barbaro, presidente di Asi Nazionale, presente ieri in piazza Montecitorio insieme a piscine palestre e centri sportivi per manifestare contro gli ultimi Dpcm.

"Noi vogliamo che lo sport diventi centrale - ha aggiunto - non se ne può più, vogliamo considerazione perché siamo il 4% del Pil nazionale, perché creiamo occupazione, perché siamo strutture pubbliche e private che permettono il coinvolgimento non solo dei praticanti ma di lavoratori".

"Il Governo ci chiude - conclude Barbaro - ma il Governo ora deve mettere nelle condizioni tutte le strutture di ripartire con misure adeguate".