Barberino’s: cento euro per i dipendenti che si vaccinano

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 30 lug. (askanews) - La catena di barbershop Barberino's ha introdotto all'interno del proprio team l'iniziativa del "cashback vaccinale", che vuole incentivare la vaccinazione del personale "senza obblighi né forzature" e prevede un premio di 100 euro netti in busta paga, oltre che un giorno di vacanza, per ogni membro del team Barberino's che completi il ciclo vaccinale e ottienga il Green Pass. "È vero che la vaccinazione è un dovere civico e morale, ma pensiamo che sia anche giusto incentivare queste buone condotte con gratificazioni e premi", ha spiegato Michele Callegari, co-fondatore di Barberino's.

I risultati, raccontano dalla catena, sono già notevoli: dopo un mese dal lancio dell'iniziativa, su 45 persone che lavorano in Barberino's - dove il team ha una media di 26 anni - 42 hanno già iniziato il processo vaccinale coerentemente con la loro fascia d'età. Con una percentuale di adesioni pari al 93%. La situazione è "in linea con il concetto di immunità di gregge applicato sulla piccola comunità di Barberino's e il tutto è stato ottenuto con uno sforzo minimo e con un gioco di squadra che dà così un'ulteriore spinta alla ripartenza".

A oggi, metà delle persone che hanno iniziato il processo vaccinale lo ha già completato ottenendo così il Green Pass. Già a partire da agosto, Barberino's si aspetta di avere, a Milano e Torino, i primi barber shop dove lavorerà esclusivamente personale dotato di Green Pass "così da tutelare non solo i membri del team, ma anche e soprattutto i clienti, che in questo modo potranno avere la serenità di ritagliarsi del tempo per sé in un ambiente sicuro".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli