Barca (Pd): osare un cambiamento radicale, ci sono alleati

Pat

Bologna, 16 nov. (askanews) - "La strada è lunga ed è piena di avversari" e "non solo nella destra autoritaria, ma anche in chi ha creato le condizioni per la forza della destra autoritaria". Però ci sono anche degli alleati "nel sociale, nel pubblico e nel privato" e che sono pronti a battersi per una "nuova società". E' a questi che il Partito democratico si deve rivolgere, se solo trova il coraggio di "osare un cambiamento radicale". E' l'invito che Fabrizio Barca ha rivolto ai partecipanti di "Tutta un'altra storia" a Bologna, aprendo i lavori della seconda giornata della convention.

Nel suo intervento su "giustizia e solidarietà" Barca ha proposto sei punti sui quali il Pd deve lavorare se - come nelle intenzioni della tre giorni di Bologna - vuole contribuire a "cambiare il paese". "La strada è lunga ed è piena di avversari - ha detto l'economista -. Non solo nella destra autoritaria, ma anche in chi ha creato le condizioni per la forza della destra autoritaria. Sono avversari coloro che hanno concentrato conoscenza e ricchezza nelle proprie mani, le classi dirigenti ciniche e rinunciatarie che ritengono tutto ciò immodificabile, e coloro che pensano che si possa combattere la destra promettendo moderatismo e la replica invariata degli ultimi 30 anni". Ma, secondo Barca "la strada è anche piena di alleati. Quelli che vi guardano con tutti i dubbi che possono avere sulle scelte che avete compiuto, che nel sociale, nel pubblico e nel privato hanno costruito delle tessere di una possibile nuova società e sono pronti a battersi per essa anche a livello di sistema". In ogni caso, bisogna "osare un cambiamento radicale". (segue)