"Barca in pericolo con 50 persone a bordo"

webinfo@adnkronos.com

Domenica "siamo stati contattati da una barca in pericolo proveniente dalla #Libia. A bordo 50 persone , tra cui 20 donne e molti bambini. Dopo aver ricevuto la posizione GPS abbiamo informato le autorità di Malta e la Guardia Costiera. Abbiamo poi perso contatto con la barca". Così su Twitter 'Alarm Phone'. "Temiamo che sia avvenuta un’altra operazione di intercettazione e respingimento da parte della cosiddetta guardia costiera libica, in cooperazione con le autorità europee. Nel Mediterraneo, stragi di massa e violazioni dei diritti umani continuano a rimanere invisibili". 

Intanto, come scrive su Twitter 'Mediterranea Saving Humans', altra operazione di soccorso in giornata: "La nave Eleonore di Lifeline ha operato il soccorso di 101 persone a bordo di un gommone che stava affondando a 43 miglia da Al-Khoms. La Mare Jonio ha offerto la sua assistenza e si sta dirigendo verso est".