Barella-Nainggolan, destini incrociati: tutte le soluzioni tra Inter e Cagliari

Andrea Sereni

“Sta dimostrando di essere uno da grande squadra, alla sua età sta facendo vedere davvero tanto”. Una vera e propria investitura, quella di Radja Nainggolan nei confronti di Nicolò Barella. Destini sempre incrociati, il loro futuro tra Inter e Cagliari può di nuovo intrecciarsi la prossima estate.

FUTURO SCRITTO - La situazione più semplice, almeno all’apparenza, è quella di Barella. L’Inter nell’ultimo bilancio ha specificato che l’acquisto del classe ’97 dal Cagliari è a titolo definitivo. Quindi non ci sono dubbi, nella prossima stagione Nicolò indosserà il nerazzurro. Il pagamento è stato però rateizzato, e tra pochi mesi arriverà la tranche più impegnativa, da circa 20-25 milioni di euro, che si aggiungono ai 12 già investiti. Si arriverà, compreso di bonus, a quota 41 milioni totali. Per la prossima rata un aiuto al club meneghino potrebbe arrivare proprio da Nainggolan.

IN BILICO - Come? Non è un mistero, dalla scorsa estate l’Inter ha fatto una scelta precisa con il Ninja, escluso dal progetto per lanciare un messaggio di ripartenza. Dopo averlo ceduto in prestito secco, Marotta da giugno vorrebbe monetizzare. Per privarsi a titolo definitivo del belga l’Inter chiede almeno 19 milioni di euro, il valore a bilancio del giocatore il prossimo giugno. Una cifra importante per il Cagliari, che in ogni caso, prima di muoversi, aspetta un sacrificio di Radja, che guadagna 4,5 milioni netti fino al 2022. Un ingaggio fuori dalla portata dei sardi, che va ridotto. Solo in quel caso i discorsi di permanenza in Sardegna potrebbero andare avanti, magari intrecciandoli con quelli per Barella. Destini perennemente incrociati.