Bari, 16enne deceduta dopo essere stata travolta da un treno: era sulla banchina con le cuffiette

·2 minuto per la lettura
morte
morte

In Puglia, una ragazza di 16 anni è deceduta dopo essere stata investita da un treno che stava transitando in prossimità della stazione di Acquaviva delle Fonti.

Puglia, ragazza di 16 anni travolta e uccisa da un treno alla stazione di Acquaviva delle Fonti

Nella serata di sabato 24 ottobre, intorno alle ore 20:30, una ragazza di 16 anni ha perso la vita nel momento in cui è stata investita da un treno che stava transitando nelle vicinanze della stazione di Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari, in Puglia.

Sulla base delle prime ricostruzioni sinora effettuate, l’episodio è stato attribuito a un fatale e drammatico incidente. A quanto si apprende, la 16enne era seduta sulla banchina nei pressi dei binari e stava ascoltando musica con delle cuffiette. Pertanto, è possibile che la ragazza non abbia sentito il treno arrivare.

Puglia, ragazza di 16 anni travolta e uccisa da un treno: ricostruzione e soccorsi

In relazione all’incidente, è stato rivelato che l’adolescente stava trascorrendo del tempo presso la stazione metropolitana di Acquaviva delle Fonti con alcuni amici quando la ragazza, originaria di Cassano delle Murge, è stata travolta dal treno. In particolare, la giovane è stata investita da un Intercity a lunga percorrenza diretto nel Nord Italia.

Subito dopo l’incidente, le autorità competenti hanno ricevuto le prime segnalazioni e si sono rapidamente recate sul posto. I paramedici del 118 hanno tentato di prestare soccorso alla 16enne e di rianimarla ma ogni tentativo si è rivelato vano.

Le forze dell’ordine, intanto, hanno aperto un fascicolo in merito alla vicenda al fine di ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente. Le indagini sono state affidate agli agenti della Polizia Ferroviaria.

Puglia, ragazza di 16 anni travolta e uccisa da un treno: il sindaco di Acquaviva delle Fonti

La stazione di Acquaviva delle Fonti è un luogo di ritrovo molto noto tra gli adolescenti soprattutto in virtù dell’assenza di personale impiegato presso la struttura e di vigilanti.

A questo proposito, si è espresso il sindaco di Acquaviva delle Fonti, Davide Carlucci, che ha dichiarato: “Giusto un paio d’ore prima che avvenisse il terribile incidente, ho personalmente accompagnato gli agenti di Polizia locale in un giro di controllo in stazione durante il quale, dopo aver provato a dialogare con alcuni dei ragazzi che frequentano quel posto per capirne le ragioni, li abbiamo invitati a trascorrere il loro tempo in altri luoghi più sicuri della città – e ha aggiunto –. Non è certo la prima volta che ci ritroviamo a occuparci dei problemi di sicurezza che si presentano lungo la linea ferroviaria. Ora, però, è successo l’irreparabile. La nostra comunità si stringe intorno ai familiari e agli amici della vittima”.

Il sindaco, inoltre, ha proclamato il lutto cittadino.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli