Bari: si faceva chiamare "zia Martina" e faceva sesso con minori, arrestata prof

·1 minuto per la lettura
Getty
Getty

Una insegnante di 45 anni è stata arrestata dai carabinieri di Bari per presunti atti sessuali con minori. La donna, nei cui confronti è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal gip di Bari, è indagata per corruzione di minorenni e pornografia minorile.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, l’indagata avrebbe adescato le vittime sui social network, attraverso il nickname "Zia Martina" e avrebbe anche consumato rapporti sessuali dando appuntamento in un bed & breakfast di Bari

Nel provvedimento cautelare, alla 45enne viene contestato di aver prodotto materiale pornografico, facendosi riprendere nell’atto di compiere rapporti sessuali con un minore. Inoltre, avrebbe consumato un rapporto nel corso di una video-chat intrattenuta con diversi utenti, tra i quali anche un ragazzo con meno di anni 14.

GUARDA ANCHE: Pedopornografia, arrestato 32enne: video e abusi anche sulla figlia

Il provvedimento degli arresti domiciliari è stato eseguito in una località del nord Italia, dove la 45enne era al momento impiegata come insegnante di una scuola elementare.

Le indagini sono partite dopo che alcuni genitori avevano segnalato strani comportamenti dei figli alle prese con alcune dirette social. Incrociando le testimonianze dei genitori con alcuni approfondimenti informatici, gli inquirenti sono arrivati alla donna che ora è sottoposta agli arresti domiciliari presso il comune di domicilio, in attesa di giudizio. 

Ulteriori approfondimenti investigativi, soprattutto di carattere informatico, sono tuttora in corso per capire se siano stati coinvolti altri minorenni. 

GUARDA ANCHE: Islanda: studio rivela effetti della pornografia online su adolescenti

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli