Barletta (Puglia), morte di Claudio Lasala: accusati due giovani

·2 minuto per la lettura
Morte Claudio Lasala, scattato il fermo per due giovani
Morte Claudio Lasala, scattato il fermo per due giovani

Ci sono nuovi risvolti per quanto riguarda l’omicidio del 24enne Claudio Lasala. Le Forze dell’Ordine, infatti, hanno attivato lo stato di fermo per altri due giovani. All’origine di tutto ci sarebbe stato un diverbio per un drink presso un bar.

Morte di Claudio Lasala, i due sospettati

I due ragazzi sospettati per la morte di Claudio Lasala hanno 20 e 18 anni. Su di loro ora pende l’accusa di omicidio volontario aggravato dai futili motivi“. Sembra, infatti, che il diverbio tra i tre sia avvenuto perchè a qualcuno di loro è stato impedito di consumare un cocktail. Sembrerebbe che a colpire mortalmente il 24enne si stato il 18enne.

Morte di Claudio Lasala, le dinamiche dei fatti

Il tragico evento si è tenuto nella serata tra il 29 e il 30 di ottobre in piazza Duomo, nel centro storico di Barletta (Puglia).

Claudio Lasala e il ragazzo di 20 anni avrebbero iniziato a discutere animatamente in un locale. Il diverbio sarebbe presto andato fuori controllo, sfociando nella violenza fisica. I due giovani si sarebbero colpiti a vicenda, “ripetutamente con pugni, schiaffi e calci”, spiegano i documenti delle prime ricostruzioni accusatorie.

Successivamente, lo scontro tra i tre si sarebbe spostato all’esterno, in piazza Duomo precisamente. Qui, Claudio Lasala avrebbe ricevuto la coltellata al petto che avrebbe provocato il suo decesso. Poi, i due aggressori si sarebbero velocemente allontanati in sella di una moto. Tutti questi fatti sono supportati dalle immagini ricavate dalle varie telecamere di videosorveglianza del centro del paese.

A seguito dello scontro, il 118 è stato allertato immediatamente da delle persone che si trovavano nell’area. Claudio Lasala è stato quindi ricoverata d’urgenza all’ospedale. Tuttavia, i medici non sono riusciti a salvarlo e hanno dichiarato il suo decesso poche ore dopo.

Omicidio di Claudio Lasala, le indagini

A occuparsi delle indagini è la Procura di Trani. I carabinieri hanno già analizzato i filmati delle videocamere di sorveglianza. Il medico legale Francesco Introna è incaricato dell’autopsia della vittima. Quest’ultima avverrà martedì 2 novembre presso il Policlinico di Bari.

Leggi anche: Barletta, 24enne morto per una coltellata in seguito ad un litigio

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli