Barolo e Brunello alla sfida di Parigi

Red-

Roma, 24 set. (askanews) - Il 7 Ottobre lungo la Senna, 20 produttori - dieci di Montalcino e dieci di Barolo - andranno alla conquista dei palati d'oltralpe presentando l'eccellenza dei due grandi rossi italiani. Bateaux-Mouche, che vedrà coinvolto un pubblico selezionato di 80 tra importatori, distributori, ristoratori, wine bar, enoteche, giornalisti, bloggers e sommelier suddivisi in due master class. In ogni Master Class, saranno serviti 5 Barolo e 5 Brunello di Montalcino, durante la lezione saranno spiegate le differenze tra i diversi versanti dei due territori che incidono sulla qualità finale dei vini. Il degustatore dovrà provare ad associare a ciascun bicchiere il versante/comune/area di provenienza del vino. Naturalmente durante la degustazione il relatore supporterà e aiuterà i tasters nel gioco.

La formula di barolobrunello, creata nel 2014 da WineZone, nasce dall'idea di radunare le migliori cantine di Barolo e Brunello di Montalcino per organizzare una degustazione dall'alto valore qualitativo e tecnico in modo da promuovere le eccellenze italiane.

Quest'anno il format è cambiato, debuttando nel gennaio 2019 alla Citè du Vin di Bordeaux, un polo tematico conosciuto in tutto il mondo in una delle capitali del vino mondiale.

Come sottolinea Andrea Zarattini ideatore di WineZone, "Dopo sette edizioni era necessario un cambiamento più in linea con le necessità delle aziende. Vogliamo realizzare un'attività di promozione e divulgazione delle due denominazioni finalizzata alla formazione rivolgendoci agli addetti ai lavori perchè diventino essi stessi veicolo di comunicazione per il futuro. Non riteniamo quindi, più adatto il format del "walk around tasting", ma abbiamo pensato ad uno più ù adeguato al destinatario europeo, una proposta che prevede la degustazione frontale. Le nostre attività conterranno un alto livello formativo, una parte di coinvolgimento diretto del taster (es. blind test), locations suggestive e supporti didattici precisi, essenziali e facilmente fruibili.

Alla tappa di Parigi seguirà poi quella di Anversa, un altro mercato molto interessante per entrambe le denominazioni.