Basilicata, assestamento bilancio Consiglio: sì Commissione

red/Rus

Roma, 2 ago. (askanews) - Al rinvio dell'analisi del "Bilancio di previsione finanziario per il triennio 2019/2021 dell'Ente di Governo per i rifiuti e le risorse idriche della Basilicata (Egrib)" e della relazione sull'attività svolta dal "Dipartimento Sua-Rb anche rispetto ai modelli organizzativi adottati - anno 2018 - Stazione unica appaltante e soggetto aggregatore della Regione Basilicata", la seconda Commissione consiliare (Bilancio e Programmazione), riunitasi con la presidenza di Luca Braia, ha fatto seguire la votazione in merito alla deliberazione dell'Ufficio di Presidenza avente ad oggetto: "Approvazione proposta di Assestamento del Bilancio di previsione finanziario per il triennio 2019 - 2020 - 2021 del Consiglio regionale e riclassificazione di alcune voci del bilancio".

Il documento è stato licenziato con il parere positivo all'unanimità dei presenti: il presidente Braia (Ab) ed i consiglieri Sileo (Lega), Quarto (Bp), Bellettieri e Acito (Fi), Trerotola (Pl), Giorgetti (M5s).

Con l'assestamento di bilancio di previsione finanziario si provvede all'aggiornamento della consistenza dei residui attivi e passivi e del saldo finanziario attivo della giacenza di cassa riveniente dal rendiconto della gestione riferito all'esercizio finanziario precedente, nonché all'adeguamento delle previsioni riferite al fondo pluriennale vincolato. Con lo stesso documento vengono apportate variazioni in aumento o in diminuzione alle previsioni degli stanziamenti di competenza e di cassa delle entrate e delle spese in ragione dei fabbisogni rilevati dai competenti uffici del Consiglio regionale.

I residui attivi definiti al primo gennaio 2019, che fanno registrare una diminuzione pari ad euro 641,38 rispetto alle previsioni iniziali, ammontano complessivamente ad euro 4.017.364,05.

Per quanto riguarda i residui passivi definiti al primo gennaio 2019, pari ad euro 2.921.229,98, si evidenzia una diminuzione rispetto ai residui passivi finali riferiti all'esercizio finanziario 2018 (pari ad euro 3.910.826,44). Di questo importo la somma di euro 2.000.000,00 è riferita alla restituzione alla Giunta regionale dell'avanzo di amministrazione del Consiglio regionale per l'anno 2017.

Le attività del Consiglio regionale nell'esercizio finanziario 2018 hanno fatto registrare un avanzo di amministrazione pari ad euro 2.934.234,27 in lieve aumento (euro 102.777,35) rispetto all'importo stimato in sede di bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2019. Su questo importo gravano vincoli per i trasferimenti all'Agcom per l'esercizio delle funzioni delegate al Comitato regionale per le comunicazioni, somme derivanti dalla riduzione degli assegni vitalizi, somme derivanti dai risparmi ottenuti dal contenimento dei costi della politica per effetto della diminuzione degli emolumenti corrisposti ai consiglieri regionali.(Segue)