Basilicata: bilancio Alsia, via libera da seconda commissione -3-

Red/Cro/Bla

Roma, 25 lug. (askanews) - "La manovra finanziaria - ha spiegato Romaniello - tende ad assicurare la continuità ed il funzionamento dell'agenzia e l'attuazione dei progetti vincolati ad obblighi comunitari, nazionali e regionali la cui interruzione causerebbe un grave danno alla collettività". Il direttore ha anche aggiunto che, a fronte della insufficenza di risorse, "stiamo andando avanti con un avanzo vincolato di tre milioni di euro che prima o poi finirà. La necessità di completare le attività dell'agenzia avviate nel corso del 2018 risponde all'esigenza di realizzare progetti di ricerca e di trasferimento delle innovazioni finanziati con i fondi europei".

Romaniello ha evidenziato che "oggi solo due aziende stanno bene, quelle di Rotonda e Nemoli" e sulla situazione del personale "molti dipendenti andranno in pensione in blocco nel giro di un anno e mezzo due. Nel giro di dieci anni provvederemo alla concentrazione delle attività e perderemo dei presidi".

"Sul bilancio di 11 milioni di euro pesano - ha spiegato Gargiulo -, tutte le attività di sviluppo e ricerca per un totale di circa due milioni e settecentomila euro. Le attività più importanti - ha specificato - sono concentrate nel settore della ricerca con Metapontum Agrobios".

L'investimento complessivo per il triennio 2019-2022, per i progetti di ricerca e trasferimento delle innovazioni è pari a 5.514.772,77 euro.

Ai lavori della seconda Commissione oltre al presidente Braia (Ab) hanno preso parte i consiglieri Sileo e Cariello (Lega), Acito e Bellettieri (Fi), Baldassarre (Idea), Cifarelli (Pd), Giorgetti (M5s), Quarto (Bp), Vizziello (Fdi) e Trerotola (Pl).