Basket: Anthony, 'finalmente gioco insieme e LeBron, vogliamo fare qualcosa di speciale'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Los Angeles, 14 set. -(Adnkronos) – "Parliamo da sempre di un’opportunità del genere, ma i tempi non erano mai coincisi – questione di contratti, di condizioni, di squadre ecc. Per questo, quando ci è capitata l’occasione, non c’è stato bisogno neanche di parlarne: avete bisogno di me o volete che faccia parte della squadra? In questo caso ho compreso da subito quale fosse la volontà da parte dei Lakers e mi sono reso conto che il momento era quello giusto, sia per me che per LeBron. Ci siamo seduti insieme a parlare di pallacanestro (non succede molto spesso): io ero free agent e lui mi ha spiegato che a Los Angeles ci sono tutte le condizioni per provare a vincere. A quel punto non serviva altro per convincermi perché è evidente che questa è la nostra opportunità di provare a fare qualcosa di speciale insieme sul parquet”. Così Carmelo Anthony nel corso di un'intervista al 'Newyorker' in merito alla scelta di giocare nei Los Angeles Lakers al fianco dell'amico LeBron James.

Il 37enne giocatore Nba, più volte All Star, rivela poi le dinamiche del suo addio ai Denver Nuggets. "La gente non sa che io non ho mai chiesto di andare via da Denver: sono andato in Colorado in estate a parlare con la dirigenza e a chiedere quali fossero i piani per il futuro. Mi è stato risposto al tempo che l’intenzione era quella di ripartire da zero, dai giovani e a quel punto ho fatto presente che io non volevo far parte di un progetto del genere. Mi sono detto: sapete che c’è? Adesso scelgo io la prossima squadra dove andare a giocare”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli