Basket: Boston ko, Curry regala titolo Nba a Golden State

Basket: Boston ko, Curry regala titolo Nba a Golden State (Photo by Elsa/Getty Images)
Basket: Boston ko, Curry regala titolo Nba a Golden State (Photo by Elsa/Getty Images)

I Golden State Warriors sono campioni Nba nel nome di Stephen Curry. E' lui il grande protagonista della serie delle Finali con il titolo di Mvp dopo l'ennesimo capolavoro che ha spazzato via le speranze di rimonta dei Celtics. In gara 6 la squadra di San Francisco chiude i conti 4-2 nella serie al maglio delle sette partite, dominando e vincendo al TD Garden di Boston con il punteggio finale di 103-90.

Arriva così il quarto titolo degli ultimi otto anni per i "guerrieri", due stagioni dopo aver chiuso la regular season con il peggior record e rilanciati dai suoi big: intorno a Curry brillano anche le stelle di Wiggins, Looney e Poole.

VIDEO - Basket, clamoroso Messina “sbrocca” contro un giornalista

Mattatore assoluto di gara 6 a Boston è Curry, in lacrime a fine gara e commosso per la prima serie di finale della sua carriera conclusa con il titolo di Mvp. Il suo score: 34 punti con 12/21 al tiro e soprattutto 6/11 dal tre punti a cui aggiunge anche 7 rimbalzi e 7 assist. Due gli acuti da copertina: la tripla a metà terzo quarto da 10 metri, dopo la quale indica l'anulare a cui mettere il quarto anello in carriera e la bomba che nell'ultima frazione spegne i sogni di gloria di Boston.

"Ho avuto la fortuna e l'occasione di essere di nuovo qui: ho sempre saputo che alla fine di tutto, l'unica cosa che conta è quello che facciamo in campo - inizia così l'intervista sul palco a Curry a fine gara, subito dopo aver ricevuto il premio di MVP - Tre anni fa eravamo la peggior squadra NBA? Beh, sappiamo quanto è lunga la strada per arrivare al titolo. Abbiamo affrontato tante grandi squadre, tutte le persone presenti su questo palco hanno recitato la loro parte per arrivare fino a qui - dal front office alla proprietà - e adesso mi ritrovo qui con due trofei e per me fa tutta la differenza del mondo. Abbiamo lavorato 12 anni per arrivare a questo livello di consapevolezza, abbiamo creato il giusto mix e soprattutto, quando sei alle Finals, è fondamentale conoscere quale sia il modo per vincere. Questo è un titolo diverso dagli altri".

Kerr: "Forse il nostro titolo più improbabile"

I titoli "sono tutti unici, sono tutti speciali. Questo potrebbe essere stato il più improbabile". Così Steve Kerr, allenatore di Golden State, dopo la vittoria decisiva contro Boston nelle Finals Nba. "C'è voluto uno sforzo collettivo per arrivare a questo obiettivo e questo grande gruppo ci è riuscito", ha dichiarato, al quarto titolo da coach dopo averne vinti cinque come giocatore. Da Kerr parole di elogio per il Mvp Curry: "Senza Steph niente di tutto questo sarebbe mai potuto succedere".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli