Basket: Nba, Murray e Jokic trascinano Denver alla vittoria su Chicago all'overtime

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Denver, 20 mar. – (Adnkronos) – Ci vuole un overtime ai Denver Nuggets (25-16) per aver la meglio per 131-127 sui Chicago Bulls (18-22) e ottenere l’ottava vittoria nelle ultime nove gare disputate, nonostante a 8 minuti dalla fine Nikola Jokic e compagni fossero sotto di ben 14 punti. Jamal Murray è l’uomo copertina non solo per aver segnato la tripla che ha mandato la gara al tempo supplementare, ma anche per aver firmato un canestro decisivo nel finale dell’overtime a suggellare una prestazione da 34 punti con un fantastico 6/7 da tre (12/20 al tiro dal campo in generale) cui ha aggiunto anche 4 recuperi.

Ai 34 di Murray se ne aggiungo altri 34 da Jokic, che sfiora la tripla doppia collezionando anche 15 rimbalzi (di cui 5 offensivi) e 9 assist, tirando benissimo dal campo, 14/23. Nuggets senza Gary Harris e Monte Morris ma con un Michael Porter Jr. ancora positivo, capace di chiudere con 19 punti e 6 rimbalzi. Chicago spreca nel finale una gara sempre condotta e che a un certo punto sembrava vinta: il solito Zach LaVine è il migliore in maglia Bulls con 10/20 al tiro e 32 punti ma la panchina di coach Donovan produce la bellezza di 60 punti guidata dai 22 di Otto Porter Jr. e dai 17 di Coby White (+36 il saldo a favore di Chicago nella sfida tra second unit). Non basta neppure un ottimo 17/35 al tiro da tre.