Basket: Nba, Simmons si riavvicina a Philadelphia, possibile ritorno in settimana

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Philadelphia, 11 ott. -(Adnkronos) – C’è una svolta improvvisa, anche se non del tutto inattesa, nel caso Ben Simmons. Secondo quanto riportato da Adrian Wojnarowski di Espn, l’agente del giocatore Rich Paul ha ricominciato a parlare con la dirigenza guidata da Daryl Morey e con l’allenatore Doc Rivers per fare in modo che Simmons torni a Philadelphia, probabilmente già entro la fine di questa settimana.

Si fermerebbe così lo 'sciopero' di Simmons, che fino a questo momento si era rifiutato di presentarsi a Philadelphia per il training camp e per le partite di pre-season in attesa di essere scambiato, perdendo parte del suo stipendio che è stato "trattenuto" da parte della franchigia. Simmons ha accumulato perdite (tra multe e trattenute) per circa un milione di dollari con la gara a cui non prenderà parte questa notte contro Brooklyn, ma ripresentandosi a Philadelphia dovrebbe recuperare i soldi ancora congelati da parte della squadra — anche se non è chiaro se e quando tornerà effettivamente a giocare per i Sixers.

Secondo quanto scritto, i Sixers continueranno a cercare uno scambio che fino a questo momento non si è materializzato, almeno per quella che è la richiesta altissima della dirigenza, e Wojnarowski ha sottolineato come sia Morey che Rivers abbiano la speranza di convincere Simmons a rimanere a lungo termine con la franchigia, con la quale ha ancora quattro anni di contratto per un totale di 147 milioni di dollari.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli