Bassett al Festival di Venezia: un premio anche per lui

Bassetti
Bassetti

Matteo Bassetti è stato presente al Festival di Venezia per ritirare il premio Salute e Benessere 2022, istituito da Diva e Donna. Il virologo ha rilasciato alcune dichiarazioni relative alla pandemia da Covid-19 e ai partiti che, a suo dire, vanno contro i medici, affermando che sia una cosa molto brutta. Bassetti è direttore della Clinica Malattie infettive dell’IRCCS Ospedale Policlinico San Martino di Genova dal 2019.

Matteo Bassetti è tuttavia un personaggio noto anche al pubblico televisivo grazie alle sue numerose comparse a varie trasmissioni dall’inizio della pandemia. L’uomo di scienza ha voluto dedicare il premio vinto a tutti coloro che gli sono vicini e alle persone che si sono impegnate per curare il prossimo.

Festival di Venezia, Bassetti su pandemia e partiti politici

Intervistato da Tag24, Matteo Bassetti ha dichiarato che grazie ai vaccini probabilmente non si assisterà più ai momenti difficili vissuti tra il 2020 e il 2021. Il virologo ha aggiunto che ha preferito non candidarsi per continuare a insegnare. Riguardo ad alcune realtà politiche che andrebbero contro i sanitari, Il professore universitario ha affermato: “Ci sono partiti politici che si sono candidati contro i medici e contro la Sanità, è bruttissimo per il nostro paese”.

I commenti su Twitter

Non sono mancati commenti polemici sulla presenza di Matteo Bassetti al Festival di Venezia. Un utente afferma su Twitter: “Bassetti e consorte al Festival di Venezia! A che titolo non si capisce. Il cinema italiano è morto”. Un altro poi più ironicamente: “Se il cinema italiano  è morto è perché non ha fatto 5 dosi di vaccino. Bassetti è a Venezia per indagare”. C’è stato poi chi ha detto: “Desiderio di visibilità e voglia di popolarità , visto che le ospitate in televisione si sono drasticamente ridotte”.