Bassetti: "Basta tamponi, solo vaccinati in ristoranti, bar, teatri, cinema e stadi"

·1 minuto per la lettura
Matteo Bassetti
Matteo Bassetti

"L'Italia è diventata un tamponificio. È venuto il momento di dare una stretta al Green Pass, togliendo la possibilità dei tamponi per accedere a ristoranti, bar, teatri, cinema e stadi”. Lo ha scritto su Facebook Matteo Bassetti, professore ordinario di Malattie infettive all'Università di Genova e primario al San Martino.

"Lo stesso si potrebbe fare per i luoghi di lavoro, ma limitando il certificato ai mestieri a contatto col pubblico per cui andrebbe introdotto l'obbligo vaccinale", ha proseguito l’infettivologo.

GUARDA ANCHE: Bassetti e l'appello del no vax pentito: "Vaccinatevi, non fate come me" - Video

In un’intervista rilasciata a La Stampa Bassetti ha fatto sapere che sarebbe più giusto adottare una linea dura contro i non vaccinati, anziché prorogare lo stato di emergenza. “Oggi se si deve stringere, la decisione da prendere è quella sull'obbligo vaccinale. Se abbiamo risultati eccezionali lo dobbiamo ai vaccini, allora cerchiamo di raggiungere il 10% degli italiani scettici attraverso l'obbligo e magari li recuperiamo in questo modo”.

“Forse è il momento non tanto di parlare di stato di emergenza, ma di cambiare strategia per avere la garanzia di una totale uscita dall'emergenza”, ha concluso il medico.

GUARDA ANCHE: Bassetti a Tagadà: terza dose per tutti? Priorità per gli over 60

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli