Bassetti 'boccia' Speranza

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"Il cambio di passo che abbiamo visto in molti settori con il governo Draghi non l'ho visto con il ministro della Salute. Io ho trovato spesso una chiusura su certi temi e anche in questa fase è tutto lento e farraginoso. Se un cambio di passo vuol dire pensare ad una nuova figura o a nuove figure strategiche al ministero non dipende da me. Ma cambio di passo dovrà esserci anche nella sanità". Lo afferma all'Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova e componente dell'Unità di crisi Covid-19 della Liguria, sulla possibilità, riportata da alcune testate, che ci possa essere un cambio alla guida del ministero della Salute.

"Quello che abbiamo visto sulla logistica dei vaccini è stato una accelerazione ma è mancata la parte che deve venire dal ministro della Salute, anche di coraggio da parte di Speranza sulle vaccinazioni - avverte Bassetti - Le raccomandazioni sulla seconda dose sono arrivate dopo un mese, non c'è stato un grande contributo dell'Italia sulla campagna vaccinale ma ci siamo messi a ruota dell'Ema. Non è stato riunito un comitato di saggi sulle vaccinazioni nonostante ci siano esperti italiani di primo livello. Infine - conclude - si è ascoltato molto poco quello che è successo nelle Regioni".