Bassetti, il virologo propone una misura drastica per contrastare la quarta ondata

·2 minuto per la lettura
covid
covid

Il professore ordinario di Malattie Infettive e direttore della Clinica Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova, Matteo Bassetti, ha proposto di varare un lockdown rivolto esclusivamente ai no vax al fine di dar loro un intervallo di tempo entro il quale vaccinarsi e, intanto, contrastare la diffusione del coronavirus.

Covid, la proposta di Bassetti: “Lockdown per no vax e obbligo vaccinale”

In relazione all’andamento della pandemia in Italia e all’aumento dei contagi recentemente registrato nel Paese, il direttore della Clinica Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova, Matteo Bassetti, ha proposto di attivare una particolare misura di emergenza.

L’idea dell’infettivologo consiste nell’introdurre un’iniziativa drastica per contrastare la diffusione della quarta ondata di pandemia Covid: “Propongo di approvare un lockdown per i non vaccinati, di 15 giorni, consentendogli in questo periodo di ricevere il vaccino”.

Nel corso di un’intervista rilasciata a Qn, poi, a proposito del lockdown per no vax, Matteo Bassetti ha precisato: “Bisognerebbe partire subito con un adeguato sistema di sanzioni e controlli. Se si imponeva una multa di 5 mila europer chi era sprovvisto di certificato, la gente non usciva di casa senza. Invece, abbiamo passato tre mesi senza rendere il Green Pass efficiente nel modo più stringente possibile”.

Covid, la proposta di Bassetti: “Il problema principale sono i non vaccinati”

Esaminando la situazione epidemiologica attualmente presente in altri Paesi europei e internazionali, l’infettivologo Bassetti ha sottolineato: “È chiaro come l’introduzione della certificazione verde Covid-19 in Italia abbia arginato l’emergenza epidemiologica, consentito l’apertura della attività economiche e il normale svolgimento della vita. Il problema principale sono i non vaccinati, non il Green Pass”.

Covid, la proposta di Bassetti: “L’obbligo vaccinale è un passaggio da fare rapidamente”

Infine, il direttore della Clinica Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova ha affrontato anche il tema dell’obbligo vaccinale. Sull’argomento, l’infettivologo ha dichiarato: “L’obbligo vaccinale è un passaggio da fare rapidamente. Mi auguro che nella prossima cabina di regia si studi l’obbligo vaccinale per le vacanze di Natale: il modo migliore per arginare le varianti Delta e Omicron. Sei milioni di non vaccinati che rischiano di ammalarsi insieme sarebbe un disastro. Un’infezione respiratoria che viaggia come il morbillo è insostenibile per il sistema sanitario e sociale”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli