Bassetti: "Picco terza ondata covid la prossima settimana"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"Il picco della terza ondata si vedrà la prossima settimana". Il professor Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova, si esprime così a Domenica In. "L'età media dei ricoveri è sempre sui 65-70 anni, abbiamo zero ricoveri dalle Rsa e un calo dei ricoveri tra gli ultraottantenni", dice facendo riferimento agli effetti del vaccino covid. "Si era detto che tra l'ultima settimana di febbraio e la prima di marzo avremmo visto la terza ondata, in alcune regioni il picco si vedrà la prossima settimana. La terza ondata è la fotocopia della prima, che ha avuto il picco il 27 marzo e poi è iniziata la discesa. Credo e spero che succederà la stessa cosa", aggiunge. L'arrivo del caldo, con temperature più miti, avrà un ruolo importante: "Il clima è il vaccino più potente che abbiamo: più tempo all'aperto e meno persone in ambienti chiusi" creeranno condizioni meno favorevoli alla diffusione del contagio. "Incrociando questo con i vaccini e con l'evoluzione naturale di un'epidemia, che dura 6-8 settimane, riusciremo a vedere la luce dopo la Pasqua", afferma ancora.

Bassetti chiama in causa la politica per una serie di questioni. "La politica avrebbe dovuto fare 6 mesi fa una legge per l'obbligatorietà del vaccino tra i sanitari. In Sicilia il medico e l'infermiere vengono indagati per omicidio colposo per aver fatto il vaccino, come se fosse colpa loro", dice. "La politica deve venirci incontro, altrimenti non stupiamoci se medici e infermieri vanno a lavorare in un altro paese. Faccio un appello al presidente Draghi per prevedere una legge per l'obbligatorietà del vaccino tra i sanitari: non si può più aspettare".