"Basta con questa cosa del vincolo di mandato", diceva il leader della Lega

·1 minuto per la lettura
salvini delazione
salvini delazione

Nella giornata di giovedì 19 novembre tre esponenti di Forza Italia sono entrati nella Lega. Scelta scaturita dopo l’apertura di Silvio Berlusconi al Governo Pd e Movimento 5 stelle. Matteo Salvini, leader del Carroccio, ovviamente gli ha accolti a braccia aperte. Come ha però giustamente ricordato il Fatto Quotidiano, Matteo Salvini, solo qualche tempo fa, aveva lasciato dichiarazioni contro chi cambiava la propria bandiera politica. “Se vieni eletto in Parlamento con quel partito e poi cambi partito, te ne vai a casa e ti togli dalle palle. Basta con questa cosa del vincolo di mandato. Sennò poi ti trovi gli Scilipoti e i Verdini“. Era il 2 agosto del 2016 e Matteo Salvini, insieme a Daniela Santanchè, Raffaele Fitto e Ignazio La Russa, sta chiudendo la festa della Lega Nord in Romagna, a Cervia.

Salvini: “Fuori dalle palle chi cambia partito”

Anche lo scorso anno Salvini aveva accolto nelle sue fila esponenti di altri partiti, quando per esempio fuoriuscirono dal Movimento 5 Stelle i senatori Ugo Grassi, Francesco Urraro e Stefano Lucidi. A fine novembre scorso, poi, l’ex ministro dell’Interno aveva detto, rivolto agli esponenti del Movimento: “Di Maio e Grillo hanno svenduto il cambiamento. La Lega è aperta ai loro eletti”. In altre parole, il leader leghista ha sempre dimostrato di essere contro ai cambi di casacca solo quando qualcuno si toglieva quella verde.