Basta sembrar ricchi per vivere gratis: artista lo dimostra in Cina

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 6 ott. (askanews) - Si può vivere per 21 giorni nell'iper-consumistica Cina senza spendere uno yuan, solo fingendosi ricche e stravaganti? La risposta è sì, all'esito dell'esperimento condotto dalla giovane studentessa dell'Accademia centrale di belle arti di Pechino Zou Yaqi, la quale ha dormito nelle hall degli hotel di lusso, ha lavorato nei negozi dell'Ikea e ha mangiato a sbafo esibendo falsi gioielli, false borse di Hermès e altri beni di lusso taroccati in modo da mimetizzarsi in quel contesto di super-ricchi.

La sua storia è stata raccontata oggi dal South China Morning Post, ma in realtà è diventata famosa grazie ai video con cui lei stessa, sul suo profilo Weibo, ha documentato quello che ha definito un esperimento sociale.

Per nutrirsi Zou ha usato gli snack gratuiti che vengono offerti come campione nei centri commerciali, mentre i comodi divani degli hotel di lusso o anche della lobby dei ristoranti della catena Haidilao le hanno consentito di riposare.

Zou ha descritto la sua esperienza come nata dall'interesse per il consumismo. La giovane voleva sperimentare se fosse possibile per una persona vivere a lungo sull'"eccesso di materiali" prodotti dalla società.

"E' interessante come questi beni siano distribuiti in base all'aspetto esteriore delle persone, cioè a coloro che sembrano avere già a sufficienza di che vivere bene", ha commentato la ragazza, che ha potuto godere anche di docce gratis all'aeroporto e che ha potuto usare le spiagge degli hotel gratis, mangiando in abbondanza ai buffet dei matrimoni e bevendo vini raffinati alle degustazioni delle aste.

Il progetto è stato accolto con un misto di curiosità e repulsione dagli internauti cinesi. Diversi l'hanno accusata di vivere a scrocco, qualcuno ha denunciato il fatto che si sia spacciata per ricca. Ma c'è anche chi l'ha lodata per aver messo in rilievo l'eccessivo materialismo e la cattiva distribuzione della ricchezza in Cina, in un momento in cui il gap tra ricchi e poveri è sempre più visto come un problema. Lo stesso presidente Xi Jinping recentemente ha posto l'enfasi sul concetto di "prosperità comune" per una società più giusta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli