BAT annuncia l’impegno a eliminare le emissioni entro il 2050

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 15 ott. (askanews) - In occasione del Climate Action Day, British American Tobacco ha annunciato la sua adesione alla campagna UN-backed Race to Zero, impegnandosi per l'eliminazione delle sue emissioni entro il 2050.

Limitare il riscaldamento globale a 1,5°C rispetto al periodo preindustriale - spiegano da BAT - richiede un'azione importante e diffusa e le aziende hanno un importante ruolo da giocare in questo contesto. BAT sta riallineando i suoi attuali obiettivi di sostenibilità su questa linea, ponendosi l'obiettivo di arrivare a zero emissioni sulla filiera non oltre il 2050.

Race to Zero è la più grande cooperazione di sempre volta a limitare le emissioni a livello globale entro il 2030, fino ad arrivare alla completa estinzione entro il 2050. La campagna, che coinvolge oltre 4.000 realtà, ha lo scopo di coprire circa il 25% delle emissioni globali di CO2 e oltre il 50% del PIL mondiale. L'impegno di BAT si inserisce fra le più importanti pietre miliari nella lotta contro il cambiamento climatico, come anche il G20 Summit di ottobre e la conferenza COP26 di Glasgow sul cambiamento climatico che si terrà a novembre.

"Il nostro obiettivo di costruzione di A Better Tomorrow -ha dichiarato Kingsley Wheaton, Chief Marketing Office del Gruppo BAT - è una garanzia della centralità che ricopre la sostenibilità in tutto ciò che facciamo. Siamo orgogliosi, quindi, di supportare la campagna Race to Zero, un progetto che si va ad aggiungere al nostro percorso di sviluppo delle New Categories - con Vuse, glo e Velo - e alla nostra ambizione di arrivare a 30 milioni di consumatori di prodotti privi di combustione per un totale di entrate pari a 5 miliardi di sterline nelle New Categories entro il 2025".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli