Battaglia a Severodonetsk, difensori ucraini: "Controlliamo mezza città"

(Adnkronos) - Si combatte a Severodonetsk. Serhiy Hayday, il capo dell'amministrazione militare della regione di Luhansk, dice che ci sono "buone notizie" dalla città dell'Ucraina che da settimane è sotto i bombardamenti russi. In un post sul suo canale Telegram, Hayday afferma: "Le nostre forze armate hanno ripulito metà della città, adesso davvero controllata dai nostri difensori". La scorsa settimana, Hayday aveva detto che le forze russe detenevano circa l'80% di Severodonetsk, ma da allora le forze ucraine hanno recuperato parti della città nei combattimenti di strada.

Hayday dice che si aspetta che le forze russe raddoppino i loro sforzi per conquistare la città nei prossimi giorni usando l'artiglieria pesante. "Non hanno altre tattiche", ha affermato, "non possono combattere in un altro modo". Hayday ha aggiunto che ci sono circa 15.000 civili ancora a Severodonetsk: "Ora l'evacuazione è impossibile a causa dei continui combattimenti. E anche se l'abbiamo ufficialmente interrotta, oggi siamo riusciti a evacuare 98 persone da Lysychansk insieme all'aiuto di volontari, del servizio di emergenza statale e della polizia nazionale".

“Stamattina, il nemico per l’ennesima volta ha lanciato i missili su Kiev, la capitale della nostra madrepatria” ha detto l’arcivescovo maggiore di Kiev nel 102esimo giorno di guerra in Ucraina. "Aspri combattimenti - ha spiegato Sviatoslav Shevchuk nel videomessaggio quotidiano - sono in corso nella regione di Luhansk diventata l’epicentro della grande resistenza. Il nemico ha concentrato tutte le sue maggiori forze per prendere d’assalto le città eroiche di Severodonetsk e Lysychansk, ma senza successo: i difensori dell’Ucraina, il nostro esercito difendono con coraggio la nostra patria”.

”Allo stesso modo - osserva - tutta la linea del fronte - dal nord al sud - è in fiamme. Il nemico continua a bombardare le regioni di Mykolaiv, Odessa, Sumy, Chernihiv. Grandi combattimenti sono in corso nella regione di Kharkiv".

Oggi il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha incontrato i soldati in prima linea e gli sfollati interni ucraini durante un viaggio nella regione di Zaporizhzhia. Zelensky, si legge in una dichiarazione della Presidenza ucraina, "ha visitato le posizioni in prima linea dell'esercito ucraino", cogliendo l'occasione per familiarizzare "con la situazione operativa in prima linea di difesa".

Il presidente ha parlato con i soldati, consegnando loro riconoscimenti statali e ringraziandoli per il loro servizio: "Voglio ringraziarvi per il vostro grande lavoro, per il vostro servizio, per aver protetto tutti noi, il nostro stato. Sono grato a tutti. Voglio augurare a voi e alle vostre famiglie una buona salute. Abbiate cura di voi". Zelensky ha poi visitato un sanatorio dove gli sfollati interni ucraini, costretti a fuggire dalle loro case, hanno ricevuto riparo e cure mediche.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli