Battuta all'asta una 'mèche' di Napoleone

webinfo@adnkronos.com

Oltre 18mila euro per una mèche dell'imperatore dei francesi, Napoleone I. E' quanto ha versato un anonimo acquirente per una ciocca di capelli battuta all'asta presso la maison Osenat a Fontainebleau. Particolare non irrilevante è che il prezioso 'ciuffo' fu tagliato quando Napoleone I era ancora vivo. Dato non trascurabile. Come ricorda il settimanale francese, 'Point de vue', "si tratta di una memorabilia rara. Perché le preziose mèche sul mercato del fu imperatore dei francesi, ormai in esilio a Sant'Elena, furono recise sul letto di morte".  

L'aristo-mèche era all'interno di un pannello in legno, sorretto da due aquile imperiali, con tanto di lettera per spiegare l'augusta provenienza indirizzata a 'Monsieur Michalon Rue Faideau. En face du Théatre de Paris', da parte di Constant, barbiere al servizio dell'imperatore.  

Scrive Constant all'amico: "Troverete in questo plico i capelli dell'imperatore, come vi avevo promesso. Si tratta di un 'cadeau' molto, molto prezioso. In molti mi hanno chiesto una mèche di Napoleone. Ma io mi sono sempre rifiutato". Constant doveva molto al celebre coiffeur Michalon. Gli aveva insegnato un mestiere e fu al servizio di Napoleone dal 1799 dopo il colpo di Stato quando il 'generale' divenne primo console.