Bce concorde su volume acquisti Pepp, divergenze su livello rendimenti - fonti

·1 minuto per la lettura
La sede centrale della Banca centrale europea a Francoforte

FRANCOFORTE (Reuters) - I membri del consiglio direttivo della Bce hanno mostrato concordia sul volume di acquisti mensili di titoli di Stato nell'incontro di oggi, esprimendo però visioni diverse sul livello ottimale dei rendimenti.

Lo dicono a Reuters tre fonti vicine al dossier.

La Bce ha reso noto di voler accelerare in modo "significativo" il ritmo di acquisti del programma 'Pepp', in modo da mantenere sotto controllo il costo dei finanziamenti nella zona euro. La presidente Christine Lagarde ha tuttavia aggiunto che la banca non ha un volume di acquisti specifico in mente.

Secondo le fonti, il consiglio avrebbe comunque fissato un obiettivo mensile per il Pandemic Emergency Purchase Programme (Pepp), con un piccolo margine di tolleranza, concordando però di non rivelarlo.

Le fonti hanno aggiunto che gli acquisti non dovrebbero essere raggiungere i 100 miliardi al mese visti nella primavera 2020, ma supererebbero abbondantemente i 60 miliardi degli acquisti di febbraio.

Una delle fonti ha specificato che la Bce mira a riportare i rendimenti ai livelli di dicembre, mentre secondo un'altra il recente miglioramento delle prospettive economiche giustifica almeno in parte il rialzo dei rendimenti.

Un portavoce Bce non voluto commentare.

(Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Milano Alessia Pé, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)