Bce interverrà solo se aumento tassi non è giustificato - de Guindos a Cnbc

·1 minuto per la lettura
Alcune persone fotografato nei pressi della Banca centrale europa (Bce) a Francoforte

FRANCOFORTE (Reuters) - La Banca centrale europea interverrà sui mercati obbligazionari se riterrà che l'aumento dei tassi non sia giustificato ma non se sarà accompagnato da una ripresa dell'economia.

A dirlo il vice presidente Bce, Luis de Guindos, in un'intervista tv.

"Se l'aumento dei tassi sarà ingiustificato, allora interverremo", ha detto de Guindos all'emittente Cnbc.

"Se questo incremento è la conseguenza di una normalizzazione dell'economia, è qualcosa che fa parte di un più ampio contesto. Se c'è una ripresa in atto, se l'inflazione inizia a crescere e si normalizza l'attività economica, allora i tassi nominali dovranno salire", ha aggiunto.

"Questo farà parte della nostra analisi delle condizioni di finanziamento favorevoli".

(Sara Rossi, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli