Bce: a luglio deficit partite correnti Eurozona a 19,86 mld, il più grande dal 2008

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Francoforte, 20 set. (Adnkronos/Dpa) – La bilancia delle partite correnti dell'area dell'euro ha registrato il più grande deficit dalla fine del 2008, secondo i dati pubblicati oggi dalla Banca Centrale Europea. Le partite correnti hanno registrato un deficit inaspettato di 19,86 miliardi di euro a luglio, a fronte di un avanzo di 4,24 miliardi a giugno. Gli economisti avevano previsto un avanzo di 5,3 miliardi. A novembre 2008 il disavanzo fu pari a 26,38 miliardi.

I dati hanno mostrato che il commercio di beni ha comportato un deficit di 18 miliardi di euro, dopo aver registrato un saldo zero a giugno. Allo stesso tempo, l'avanzo dei servizi è sceso a 10 miliardi dai 18 miliardi del mese precedente: quanto alla partita primaria dei redditi mostra un saldo positivo di 3 miliardi, mentre la partita secondaria dei redditi evidenzia un disavanzo pari a 15 miliardi.

Nei 12 mesi fino a luglio, l'avanzo delle partite correnti è stato di 63 miliardi di euro, pari allo 0,5% del PIL dell'area dell'euro, in calo rispetto ai 370 miliardi, pari al 3,1%, dell'anno precedente.