Bce osserva picco rendimenti bond ma non controlla curva - Lane

·1 minuto per la lettura
Philip Lane, capo economista Bce a Parigi

FRANCOFORTE (Reuters) - La Banca centrale europea sta monitorando il recente picco dei rendimenti dei bond governativi, ma non cercherà di controllare la curva.

Lo ha detto Philip Lane, capo economista Bce, in un'intervista per il quotidiano spagnolo Expansión.

I rendimenti si sono impennati, in particolare nel corso di questa settimana, in scia all'aumento di quelli dei Treasury Usa. E non hanno fermato il rally le dichiarazioni di diversi alti rappresentanti della Bce, Christine Lagarde inclusa.

"A questo punto, una eccessiva stretta sui tassi non sarebbe coerente contrasto alle ricadute della pandemia in termini di inflazione", ha detto Lane.

"Ma allo stesso tempo, sia chiaro che non intendiamo esercitare alcun controllo sulla curva dei rendimenti, nel senso di puntare a mantenere un determinato livello per un determinato tasso", ha aggiunto.

I rendimenti dei Bund tedeschi a 10 anni, bond di riferimento per i 19 paesi della zona euro, ora rendono il -0,223%, in rialzo da circa il -0,60% ad inizio 2021.

Lane ha aggiunto che anche se l'inflazione è indubbiamente in rialzo, l'incremento non rappresenta ancora quanto desiderato dalla Bce dopo un decennio senza raggiungere il proprio target.

"Quello che stiamo vedendo ora non è un cambiamento significativo e persistente nell'andamento dell'inflazione", ha detto, indicando che la crescita dei prezzi è ancora troppo bassa e che richiede ancora lo stimolo Bce.

Lane stima che il blocco inizierà a rimbalzare dalla recessione causata dalla pandemia già nel secondo trimestre, e l'impatto degli attuali lockdown saranno meno severi rispetto a un anno fa.

(Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Roma Stefano Bernabei)