**Bce: Panetta, 'su aumenti tassi non facciamoci influenzare da inflazione'**

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 16 nov. – (Adnkronos) – "La politica monetaria influenza l'economia e la domanda aggregata in un orizzonte che secondo i nostri studi va da 1,5 a 3 anni. Quindi non dobbiamo farci trascinare" nella definizione delle prossime decisioni sui tassi "dalla crescita dei prezzi che vediamo oggi". Così in un dibattito in corso all'Abi il membro del Comitato Esecutivo della Bce Fabio Panetta ribadisce la convinzione di una necessaria cautela sui prossimi aumenti. "Forse si deve ancora effettuare un aggiornamento" con "ulteriori passi per normalizzare" la politica monetaria, afferma osservando però che tuttavia "man mano che si normalizzano i tassi l'adeguamento deve essere ponderato".

Di qui – osserva – "l'esigenza di valutare" i prossimi aumenti per non avere ricadute sull'economia dell'Eurozona che va verso una "recessione probabile fra l'ultimo trimestre di quest'anno e il primo dell'anno prossimo". Panetta ricorda poi come "negli Usa mi sembra ci sia stata una attenuazione delle pressioni inflazionistiche" seguite da "dichiarazioni ufficiali" di esponenti della Fed "che invitano a valutare" l'entità dei prossimi aumenti.