Bce ribadisce impegno a sostenere economia in tempi di pandemia

·1 minuto per la lettura
Logo della Banca centrale europea davanti alla sede di Francoforte

FRANCOFORTE (Reuters) - La Bce non ha apportato modifiche alla propria politica monetaria, in linea con le attese, mantenendo aperta la porta a un potenziamento dello stimolo mentre sulle prospettive dell'economia del blocco pesano ancora gli effetti della pandemia.

Sebbene all'orizzonte non si intravedano ulteriori potenziamenti delle misure di stimolo, le nuove restrizioni e i rallentamenti nella campagna di vaccinazione rappresentano una sfida per le previsioni di Francoforte, orientate a una rapida ripresa dal secondo trimestre, e accrescono la prospettiva che un ulteriore stimolo sia necessario.

"Il consiglio resta pronto ad aggiustare tutti gli strumenti a propria disposizione, in modo appropriato, per garantire gli obiettivi dell'inflazione" ha scritto la Bce nel comunicato.

I crescenti rischi legati alle prospettive dell'economia sono destinati ad essere al centro della conferenza stampa che la presidente Christine Lagarde terrà alle 14,30, anche se gli economisti si aspettano che mantenga toni bilanciati sottolineando che le prospettive a lungo termine restano pressoché invariate nonostante il prossimo trimestre o i prossimi due potrebbero rivelarsi più deboli del previsto.

Con la decisione di oggi, la Bce mantiene la potenza di fuoco del Pepp a 1.850 miliardi di euro e si aspetta di continuare gli acquisti fino almeno a marzo 2022.

"Se sarà possibile mantenere condizioni di finanziamento favorevoli, non necessariamente verrà utilizzata l'intera 'envelope' degli acquisti Pepp", si legge ancora nel comunicato.

(Sara Rossi, in redazione a Milano Alessia Pe)