BCG: da musei statali potenziale impatto su Pil fino a 40 mld

Bla

Roma, 7 ott. (askanews) - Il potenziale ancora inespresso dei musei statali italiani sul Pil del Paese potrebbe crescere, nei prossimi 7 anni, dagli attuali 27 mld di euro ai 40 mld di euro. Lo ha detto Giuseppe Falco, Ad di Boston Consulting Group Italia, Grecia, Turchia e Israele, nel corso di una conferenza stampa al Mibact, alla presenza del ministro Dario Franceschini.

Non solo, ma secondo BCG, i ricavi da visitatori, oggi attestati a 278 milioni di euro, potrebbero raggiungere il miliardo di euro e i posti di lavoro crescere dagli attuali, 117mila fino alle 200mila unità. E ancora, i visitatori, dai 53 milioni di oggi, possono arrivare a 60-80 milioni all'anno.

"Il ruolo della cultura e dell'arte è fondamentale e strategico per il Paese. Lo è da un punto di vista sociale, culturale ed economico, per il contributo diretto e indiretto allo sviluppo che può garantire. Lo dimostrano i numeri, elaborati dalla ricerca BCG sui musei statali: investire in cultura si rivela una scelta chiave per stimolare la crescita della nostra economia", ha detto l'Ad di BCG. "Vediamo una grande opportunità da cogliere: gli impatti positivi di tale investimento possono abilitare un circolo virtuoso e creare ulteriori risorse necessarie a migliorare accessibilità e fruibilità dei musei, preservare le opere e potenziare la ricerca", ha aggiunto Falco.