Beccati nel crotonese mentre festeggiavano il compleanno, violate le misure anti-Covid: sanzionati

·2 minuto per la lettura
Multa in Calabria: beccata festa di compleanno dove non si rispettavano le norme anti Covid
Multa in Calabria: beccata festa di compleanno dove non si rispettavano le norme anti Covid

È accaduto nel crotonese: i carabinieri della Stazione di Strongoli erano impegnati nei consueti controlli finalizzati al rispetto delle norme anti-Covid 19, quando hanno sanzionato un agriturismo del posto. Il motivo? Nel ristorante era stata organizzata una festa di compleanno, senza alcun rispetto per le norme anti-Covid.

Calabria, festa di compleanno senza rispettare norme anti-Covid: sanzionate 20 persone

La vicenda è accaduta qualche giorno fa, precisamente mercoledì 5 maggio 2021: i carabienieri hanno costatato che alla festa erano presenti più di 20 persone, tutte ammassate all’interno dello stesso locale, di conseguenza senza rispettare il distanziamento obbligatorio per evitare quanto possibile il contagio dal virus. In aggiunta nessuno indossava la mascherina e non era rispettato neppure il numero di posti a sedere ai tavoli.

Ovviamente tutti i presenti sono stati multati, come prevedono le sanzioni amministrative. Inoltre, nel caso specifico, per l’agriturismo è scattata la chiusura per 5 giorni dell’attività.

Calabria, festa di compleanno senza rispettare norme anti-Covid: sanzionati gli avventori

Purtroppo, altra spiacevole notizia riguarda alcuni clienti abitudinari del posto: a causa del comportamento assunto durante il controllo tenuto dai cartabinieri, sono stati anche sanzionati per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale e alla competente autorità giudiziaria.

Festa di compleanno senza rispettare norme anti-Covid: non solo in Calabria

Vicende analoghe si sono verificate anche a Solarino ed a Santa Flavia. Nel primo caso si tratta di una festa di 18 anni, programmata come se il covid non esistesse, all’interno di un’abitazione con musica a palla e invitati. Ad interrompere i festeggiamenti sono stati i carabinieri che hanno multato i venti invitati. Sanzione doppia per alcuni di loro, poichè oltre all’assembramento si è aggiunta la violazione del divieto di spostarsi al di fuori del proprio comune. Nel secondo caso, ci ritroviamo in un agriturismo, questa volta con 45 invitati ad una festa. Gli agenti sono stati costretti a sanzionare 28 persone ed a chiudere per cinque giorni una struttura di Santa Flavia dove, in barba alla normativa anti Covid prevista per la zona arancione, era stato comunque organizzato il party. Ad attirare l’attenzione dei carabinieri è stata la musica e gli schiamazzi: sono così intervenuti in un locale di via Mondello. I partecipanti sono stati multati tutti con una sanzione di 400 euro.