Belen Rodriguez: il disservizio in ospedale causato dalla nascita di Luna Marì

·1 minuto per la lettura
belen con luna marì
belen con luna marì

La nascita di Luna Marì, figlia di Antonino Spinalbese e Belen Rodriguez, ha donato sicuramente tanta gioia, ma anche qualche disservizio. L’indiscrezione apparsa in queste ore racconta infatti di una foto molto singolare scattata nell’ospedale veneto dove la showgirl ha partorito. L’immagine mostra nel dettaglio un avviso circa l’impossibilità di accedere al 3° piano della struttura “causa Belen”.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

L’Ospedale Giustinianeo di Padova ha dunque avvisato che i pulsanti degli ascensori 4 e 7 sarebbero stati disabilitati “fino a nuovo ordine”, come recita il foglio affisso in reparto. L’intera area era stata di fatto riservata alla celebrità, con un ordine di servizio firmato “P.I.”, forse intendendo con questa sigla tutto il personale infermieristico.

belen ascensori ospedale
belen ascensori ospedale

Belen Rodriguez di nuovo mamma: la reazione di Stefano De Martino

In attesa di capire di più sulla singolare faccenda, come avrà reagito Stefano De Martino alla nascita della piccola di casa Rodriguez-Spinalbese? La notizia dell’arrivo di Luna Marì è stata diffusa subito dopo la vittoria degli Azzurri contro l’Inghilterra, seguita da un post della neo mamma pubblicato su Instagram. Qui l’argentina ha presentato a tutti la sua nuova creatura con tanto di foto e una didascalia che ne sintetizzava l’immensa felicità.

Anche l’ex ballerino di Amici ha voluto lasciare un like al post della bella sudamericana, senza tuttavia scrivere alcun commento come hanno invece fatto tanti altri colleghi della tv. È del resto possibile che i due si siano sentiti telefonicamente a voce per le congratulazioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli