Belgio, 5 morti per maltempo

·1 minuto per la lettura

Almeno 5 persone sono morte oggi in Belgio per le inondazioni provocate dalle forti piogge che si stanno abbattendo sul paese. Sono già 3mila le persone evacuate, ma intanto è allarme a Liegi per la piena della Mosa, che potrebbe salire di un metro e mezzo. La sindaca della città, Christine Defraigne, ha inviato tutti quelli che possono a lasciare la città, riferisce Le Soir. Chi non può dovrà rifugiarsi ai piani più alti delle case.

Le operazioni di soccorso sono ostacolate dal maltempo che rende molto difficile usare elicotteri e imbarcazioni. Nel pomeriggio una barca dei servizi di soccorso con cinque pompieri e tre sfollati si è rovesciata a Pepinster, in provincia di Liegi. I tre sfollati sono ora considerati dispersi. Lo scrive Le Soir, aggiungendo che il sindaco della cittadina ha segnalato il ritrovamento di un corpo senza vita sotto un ponte semi crollato.

Il giornale parla di una situazione caotica nella provincia di Liegi e del rischio che le vittime siano più delle cinque accertate a Verviers. In questa cittadina, descritta come "totalmente sinistrata", le autorità temono di scoprire altri corpi ora che il livello dell'acqua sta calando.

"Il Belgio si trova di fronte a piogge senza precedenti", ha twittato il primo ministro Alexander de Croo, aggiungendo che vi è la massima mobilitazione dei soccorsi e che il paese può contare anche sull'aiuto internazionale.

Secondo la televisione francofona Rtbf, gran parte della Vallonia e diverse province fiamminghe si trovano "in una situazione catastrofica". Ieri due persone sono morte in provincia di Liegi e nella cittadina di Pepinster diverse case sono crollate. Oggi sono stati trovati quattro corpi senza vita nella zona di Verviers.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli