Belgio, rogo in centro richiedenti asilo: si indaga su natura dolosa -2-

Fth

Roma, 12 nov. (askanews) - Ma l'atto, considerato intenzionale, ha suscitato emozione. Il ministro dell'Asilo e delle Migrazioni, il liberale fiammingo Maggie De Block, ha denunciato su Twitter "un atto criminale ispirato all'odio e all'intolleranza". "Questa è la prima volta che l'incendio viene volontariamente messo in un centro di accoglienza" in Belgio, ha dichiarato all'agenzia France Presse, Benoît Mansy, portavoce di Fedasil, l'agenzia federale per l'accoglienza di richiedenti asilo.

Dal punto di vista giudiziario, secondo il portavoce Dorien Vanderheiden, sono state avviate due indagini per la pubblica accusa della provincia di Limburg (nord-est). Oltre a una prima indagine sui fatti stessi, oggi è stata aperta una seconda inchiesta su possibili violazioni della legislazione antirazzista sui social network, ha detto a Afp la signora Vanderheiden, confermando le informazioni della stampa fiamminga. (Segue)