Bellanova: serve colpo di reni, ma governo sembra non in grado

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 11 gen. (askanews) - "Serve un colpo di reni, e in questo momento questo governo sta dimostrando di non essere in grado di farlo. Se le proposte di Italia Viva non saranno accolte nel Recovery Plan le ministri di Iv sono pronte a dimettersi: "Assolutamente sì". Lo ha ribadito la ministra per le Politiche Agricole, Teresa Bellanova, ospite di Sky Tg24, aggiungendo che peraltro "non è tutto risolvibile con il Recovery". Altrettanto importante, per Iv, è "la necessità di un approfondimento programmatico. Non è il gioco del 'più uno': il problema di un accordo di programma è precedente al tema Recovery. Lo avevamo chiesto a luglio dicendo che va immaginato un futuro per questo Paese".

Bellanova ha ribadito che "il Recovery stanzia 209 miliardi che non vanno utilizzati per mancette". Ma "arrivano o no le proposte dal resto del governo? Abbiamo detto che quel piano non andava bene, non andava bene la governance, non andavano bene quelle 130 pagine in cui non si capiva come, con quali tempi e quali finalità sarebbero state utilizzate le risorse. Siamo all'11 gennaio e il Recovery Plan non c'è stato ancora consegnato. Sono un po' stufa degli appelli a fare presto: appelli a fare presto su che cosa non si capisce. Per ora abbiamo 13 paginette, abbiamo delle tabelle ma ancora non ci siamo. Noi non bloccheremo il Recovery, ma oggi non posso dire come voteremo perchè ancora non abbiamo il testo. E questo è un problema per la qualità della nostra democrazia".