Bellanova: vale la pena continuare se risolviamo problemi Paese

Loc

Bruxelles, 18 nov. (askanews) - Il governo è in difficoltà sulla manovra perché "purtroppo c'è una dinamica nella politica nel nostro paese per cui bisogna sempre esasperare i concetti, individuare non l'elemento che unisce ma l'elemento che divide". Ma la manovra resta "un punto fermo dal quale partire", per migliorarla in Parlamento. E "vale la pena" di continuare l'azione di questo governo, nonostante le difficoltà e divisioni, se si lavora per risolvere i problemi del Paese. E' quanto ha detto, in sostanza, a Bruxelles il ministro delle Politiche agricole Teresa Bellanova, rispondendo ai giornalisti alla fine del Consiglio Agricoltura dell'Ue.

"Intanto - ha puntualizzato il ministro - è stata approvata una manovra che io considero non la migliore in assoluto, ma un punto fermo dal quale partire per cercare di migliorare in Parlamento. Abbiamo posto le basi - ha ricordato - per impedire l'entrata in funzione delle clausole  di salvaguardia, 23 miliardi di euro che non saranno ripartiti sulle famiglie e sulla competitività delle imprese".

Poi, ha proseguito, "abbiamo fatto delle proposte per quanto riguarda gli investimenti, anche per il settore agricolo a cui vengono destinati 600 milioni di euro, abbiamo fatto delle proposte sulle donne, sul rinnovamento, sull'ingresso dei giovani nel settore". 

"Ci sono dei punti di criticità su cui abbiamo detto e ribadiamo: si presenta una proposta e poi si va in Parlamento e si lavora per migliorarla; io non lo vedrei - ha osservato Bellanova - come un punto di difficoltà del governo".

"Vale la pena? Sì, vale la pena, se si lavora con l'approccio che bisogna dare soluzione ai problemi che il Paese ha di fronte. Perché - ha continuato il ministro - se il potere è solo una gestione personale di soddisfazione, di ambizioni personali, per carità legittime, si immiserisce il ruolo della politica".

"Io penso che la politica, in una fase in cui ha il dovere, il bisogno di recuperare autorevolezza, deve partire da questa domanda: vale la pena? Sì, vale la pena se lavoriamo per risolvere i problemi", ha concluso Bellanova.