Belluno, scossa di terremoto di magnitudo 2.4: nessun ferito

Belluno, scossa di terremoto

Paura nel bellunese per una scossa di terremoto. Secondo quanto riferisce Il Corriere del Veneto nella giornata di martedì 19 marzo alle 14.38 un sisma di magnitudo 2.4 della scala Richter ha riguardato la parte alta della provincia. L’epicentro è stato individuato a quattro chilometri da Ospitale di Cadore e l’ipocentro a otto chilometri di profondità secondo quanto rilevato dall’Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia).

Le chiamate ai Vigili del Fuoco

I Vigili del Fuoco di Belluno sono stati chiamati da numerosi cittadini, spaventati per la scossa. A Perarolo di Cadore un forte boato è stato avvertito dagli abitanti. Proprio in questo comune si sono recati i pompieri per verificare lo stato di una casa diroccata e disabitata. Stando alle prime informazioni la struttura sarebbe crollata in parte: per precauzione i Vigili del Fuoco hanno evacuato un’abitazione adiacente. Il sisma non ha provocato altri danni a persone o cose. I cittadini di Venas di Cadore hanno raccontato di aver udito un “rumore, sussultorio, molto breve” mentre quelli di Longarone un “piccolo movimento”. Le persone non hanno invece sentito nulla a Belluno e a Feltre.

La precedente scossa

A metà novembre un altro terremoto aveva interessato la zona. Più nello specifico l’evento sismico, di magnitudo 3.1 della scala Richter, si era verificato tra Santo Stefano di Cadore e Vigo, con ipocentro a sei chilometri di profondità. Anche allora non furono segnalati danni a persone o cose. “Solo” un po’ di spavento ma nessuna conseguenza come è avvenuto nel pomeriggio del 19 marzo.