Benedetto XVI riceve ex presidente dell'istituto per la famiglia

Ska

Città del Vaticano, 5 ago. (askanews) - Il Papa emerito Benedetto XVI ha ricevuto monsignor Livio Melina, 67 anni il prossimo 18 agosto, ciellino, dal 2006 al 2016 preside del pontificio istituto Giovanni Paolo II per gli studi sul matrimonio e la famiglia. La foto dell'incontro di Melina con Ratznger circola sui social network e viene presentata in particolare dai siti conservatori come una prova del sostegno data da Joseph Ratzinger alle veementi proteste della vecchia guardia dell'istituto recentemente riformato per volontà di Papa Francesco il quale nella esortazione apostolica Amoris laetitia, esito del doppio sinodo sulla famiglia (2014-2015), sottolineava che "abbiamo presentato un ideale teologico del matrimonio troppo astratto, quasi artificiosamente costruito, lontano dalla situazione concreta e dalle effettive possibilità delle famiglie così come sono. Questa idealizzazione eccessiva, soprattutto quando non abbiamo risvegliato la fiducia nella grazia, non ha fatto sì che il matrimonio sia più desiderabile e attraente, ma tutto il contrario".

Benedetto XVI, 92 anni, al momento della rinuncia (febbraio 2013) aveva prospettato una vita ritirata "sul monte", in preghiera e meditazione, ma nel corso degli anni ha manifestato il suo pensiero con parole, interventi, e ha continuato a ricevere persone in Vaticano, dove è accudito dal fedele segretario, mons. Georg Gaenswein. Negli ultimi tempi sono aumentati le uscite pubbliche, come dimostrano una sorta di saggio sugli abusi sessuali nella Chiesa, pubblicato a pochi giorni dalla conclusione del vertice convocato da Papa Francesco e, da ultimo, una gita fuori porta a Castel Gandolfo, Rocca di Papa e Frascati.