Beni culturali: Ghizzoni (Pd), Governo ratifichi convenzione di Malta

Roma, 15 dic. (Adnkronos) - "La scelta del PdL di porre termine alla legislatura per interessi di parte ha impedito di portare a compimento norme per l'interesse della collettivita' e arrestato l'iter della legge per il riconoscimento dei professionisti dei bene culturali, tra i quali gli archeologi. Ora e' necessario che il Governo compia un passo decisivo per la ratifica della convenzione di Malta, firmata dall'Italia vent'anni fa, per riuscire a gestire, attraverso la pianificazione territoriale, la tutela del patrimonio archeologico". Lo dichiara in una nota la deputata del Pd, Manuela Ghizzoni, presidente della Commissione Cultura, Scienze e Istruzione della Camera dei Deputati, in occasione della manifestazione, organizzata dall'Associazione Nazionale Archeologi, in corso a Roma.

"La proposta di legge per le modifiche al Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio in materia di professioni dei Beni Culturali -aggiunge Ghizzoni- era finalmente giunta all'esame della Commissione, ma, a causa della prematura chiusura delle Camere, non ci sara' il tempo per farle vedere la luce, cosi' che permarra' il vuoto normativo. La mancanza di una regolamentazione legislativa delle professioni -spiega la presidente della commissione Cultura- nega, di fatto, un riconoscimento di tutele e diritti per le lavoratrici e i lavoratori".

"Il Partito Democratico si impegna ad approvare, con il prossimo Governo e gia' dall'inizio della legislatura, un testo normativo che preveda un intervento per l'identificazione di un sistema di garanzie che sancisca la qualificazione professionale degli archeologi e degli operatori dei Beni Culturali, perche' -conclude Ghizzoni- e' improcrastinabile garantire qualita' e professionalita' ad un settore strategico per l'Italia e patrimonio dell'umanita'".

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno