Beni culturali: Ornaghi, direttiva per conciliare tutela e commercio

(ASCA) - Roma, 27 nov - Una direttiva del Mibac per disciplinare l'esercizio delle attivita' commerciali e artigianali, ambulanti o meno, che non sono compatibili con le esigenze di tutela del patrimonio culturale nelle aree pubbliche di particolare valore archeologico, storico, artistico e paesaggistico. E' stato il ministro per i Beni e le Attivita' Culturali, Lorenzo Ornaghi, ad illustrarla oggi, in Campidoglio, presente il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. ''La direttiva - ha spiegato - si applica a tutto il territorio nazionale e prevede una ricognizione delle postazioni e una messa a punto del sistema vincolistico''. Poi, saranno le singole amministrazioni ad ''indicare le aree in cui vincolare o vietare l'esercizio del commercio e segnalare le attivita' illecite''. La ratio della direttiva e' quella di permettere la fruizione dei monumenti e dei siti e delle aree anche per i residenti. Da questa direttiva discende l'istituzione del tavolo tecnico che ha elaborato il Piano per il Decoro nel centro storico di Roma.

Ricerca

Le notizie del giorno