Beni culturali: Ornaghi, per il Maxxi valutazione attenta delle controdeduzioni

Roma, 28 apr. (Adnkronos) - Evelina Christillin succedera' ad Alain Elkann alla presidenza della Fondazione Museo Egizio di Torino. A darne notizia e' lo stesso ministro dei Beni culturali, Lorenzo Ornaghi, in visita al Museo definendolo "un luogo magico, splendido, gestito con criteri moderni". A chi gli domanda del commissariamento del Maxxi, e della riduzione dei contributi da parte del Mibac, il ministro risponde: "Erano contributi straordinari erogati da Arcus per lo start up - chiarisce in una intervista al quotidiano La Stampa - e non possono diventare permanenti". E aggiunge: "Da un anno il ministero chiede al Maxxi di trovare partner economici, come dice lo Statuto. E purtroppo non ci sono state novita' significative".

"Intanto - prosegue Ornaghi - stiamo valutando attentamente le controdeduzioni del Maxxi", ma "se servira' il commissario non sara' Resca", assicura il ministro smentendo i rumors secondo i quali il direttore generale per la Valorizzazione sarebbe stato il candidato a commissario del museo di Arte contemporanea. Assicura che non ci sono ritardi nella nomina del curatore del padiglione italiano alla Biennale di architettura, ma anzi "ne conseguira' una scelta limpida, innovativa e coerente con il tema della Biennale".

E su Pompei? "Pompei - afferma - e' la metafora del Paese e forse dell'Europa: come lo spread, basta un niente e viene giu' qualcosa". Ora, continua il ministro, "il primo passo sara' usare bene i 105 milioni arrivati dall'Ue. La presenza di un prefetto ad hoc, che si e' occupato di antiracket, sta rassicurando e attirando le aziende per gli appalti". Per il futuro, "bisogna trovare il modo di uscire da una politica culturale piu' incline alla conservazione che all'innovazione. Bisogna far capire che la cultura e' uno dei fondamentali diritti in cui si concreta l'essere cittadino".

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno