Benno Neumair è stato condannato all'ergastolo: uccise i genitori a Bolzano

Benno Neumair è stato condannato all'ergastolo: uccise i genitori a Bolzano
Benno Neumair è stato condannato all'ergastolo: uccise i genitori a Bolzano

Carcere a vita. Questa la condanna che la Corte d'Assise di Bolzano ha inflitto a Benno Neumair, il 31enne che il 4 gennaio del 2021 ha ucciso i suoi genitori, Laura Perselli e Peter Neumair, e poi ha buttato i cadaveri nel fiume Adige.

LEGGI ANCHE: Richiesto l'ergastolo per Benno Neumair: "Era capace di intendere e di volere"

Peter Neumair, 63 anni, e Laura Perselli, 68, erano entrambi insegnanti in pensione. Il figlio benno denunciò la loro scomparsa ai carabinieri. Nei giorni successivi si mise a disposizione per le ricerche: "Amavano fare lunghe passeggiate", disse, "non sono tornati a casa".

LEGGI ANCHE: Le dichiarazioni della sorella di Benno Neumair

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Chi è Benno Neumair

I sospetti, però, sono caduti quasi subito tutti su di lui. A fine gennaio il giovane è stato arrestato con l'accusa di omicidio e occultamento di cadavere. Il 9 febbraio il corpo di Laura Perselli è stato ritrovato nel fiume. Due giorni dopo, saputa la notizia, Benno Neumair è crollato e ha confessato entrambi i delitti.

Benno Neumair ha raccontato di avere ucciso suo padre durante un violento litigio. In particolare, lo avrebbe soffocato con una corda da arrampicata. Quindi, avrebbe atteso il ritorno a casa di sua madre e avrebbe ucciso anche lei, soffocandola. Il giorno dopo il giovane si è disfatto dei cadaveri. Quindi, è iniziata una serie di depistaggi, che però non sono serviti a deviare l'attenzione da lui.

LEGGI ANCHE: Benno Neumair, la difesa degli avvocati: "È un uomo malato"

Durante il processo si è dibattuto sulla capacità di intendere e volere di Benno Neumair. Per la Procura il giovane era completamente sano di mente e lucido mentre uccideva entrambi i genitori. Il pm per questo aveva chiesto l'ergastolo. I difensori di Benno Neumair, invece, hanno puntato sulla seminfermità mentale. La Corte d'Assise ha accolto le richieste del pm e ha condannato Benno all'ergastolo per i due omicidi. Per il reato di soppressione di cadavere è stato condannato a 3 anni di reclusione. La pena finale è, quindi, ergastolo con un anno di isolamento diurno e l'interdizione perpetua dai pubblici uffici.

LEGGI ANCHE: Benno non ha voluto spiegare al pm come ha ucciso i genitori

Dopo la sentenza, gli avvocati di Benno Neumair hanno fatto sapere che adesso aspetteranno di leggere le motivazioni e poi si deciderà se ricorrere in appello. La sorella di Benno, Madè, ha invece detto: "L'ergastolo non mi restituisce i genitori".