Benno Neumair, la difesa degli avvocati: "È un uomo malato"

Benno Neumair
Benno Neumair

Il 4 gennaio 2021 Benno Neumair uccise i suoi genitori, Peter Neumair e Laura Perselli, occultando, in seguito, il loro cadavere. Benno, attualmente, si trova ancora a processo e i suoi avvocati provano la difesa.

Benno Neumair, la difesa degli avvocati: “È un uomo malato”

Gli avvocati di Benno Neumair, il 31enne che prima confessò l’omicidio dei suoi genitori avvenuto lo scorso 4 gennaio 2021, e poi ritrattò sostenendo di non ricordare nulla di questa vicenda, hanno reparato una difesa per il loro assistito. Benno ha una grave disturbo di personalità a causa del quale era incapace di intendere e di volere sia nel momento in cui uccise suo padre Peter sia quando strangolò sua madre Laura. Anche attualmente è malato e socialmente pericoloso– spiegano gli psicologi Giuseppe Sartori e Cristina Scarpazza oltre al neuroscienziato Pietro Pietrini.

Il difetto cerebrale di Benno

I consulenti di Benno spiegano di aver studiato attentamente il cervello di Neumair: “Quello che abbiamo visto ci ha sorpresi molto: nella zona destra dell’ippocampo manca la materia grigia. I cambiamenti anatomici nel cervello non possono essere visti ad occhio nudo ma nel cervello di Benno Neumair si possono notare ad occhio nudo. I pazienti con un ippocampo danneggiato tendono a non essere in grado di controllare la propria aggressività – queste nuove rivelazioni spiegherebbero anche i due attacchi di Benno ad altri detenuti del carcere di Bolzano, avvenuti in questi mesi.