Beppe Grillo, il figlio Ciro indagato per violenza di gruppo

beppe grillo figlio

“Violenza sessuale di gruppo”, è questa l’accusa mossa contro Ciro Crillo, 19enne figlio di Beppe Grillo. Stando alle prime informazioni, insieme a lui sarebbero indagate anche altre tre persone, tutti amici del 19enne, i quali avrebbero avuto un rapporto, descritto da lei come “non consenziente”, con una ragazza svedese di 20 anni. Sarebbe stata proprio a lei a denunciare tutto l’accaduto. Come riporta La Stampa, i fatti risalirebbero al 16 luglio scorso, quando il giovane Grillo si trovava in vacanza nella villa di famiglia in Sardegna, a Porto Cervo.

Beppe Grillo, indagato il figlio

I fatti sarebbero avvenuti proprio nella villa che il fondatore del Movimento 5 Stelle ha in Sardegna, al termine di una serata in discoteca. A far emergere la vicenda sarebbe stata la vittima, il cui racconto ha fatto scattare la denuncia ai danni del gruppo di amici. Ciro e gli altri sono stati interrogati a lungo dal pubblico ministero della procura di Tempio Pausania, Laura Bassani, la quale sta portando avanti le indagini che dovranno chiarire tutti gli aspetti della vicenda ancora oscuri.

Le indagini

I carabinieri hanno già perquisito i giovani sequestrando anche i loro cellulari per intercettare eventuali messaggi o video che possano confermare la versione della 20enne svedese. In uno dei telefoni sarebbe stato individuato proprio un filmato nel quale sarebbe visibile integralmente il rapporto sessuale. Se la notizia fosse confermata, gli inquirenti avrebbero una prova che dimostrerebbe la violenza, ma per la difesa si tratterebbe di rapporto consenziente. La difesa inoltre pare avere tra le mani altre carte da giocare: il ritardo nella denuncia, che è stata presentata una decina di giorni dopo i fatti, e il fatto che la giovane abbia proseguito la propria vacanza serenamente per un’altra settimana postando foto sui social network.